Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Anagrafe - A.I.R.E. - Anagrafe Italiani Residenti all'Estero

 

Anagrafe - A.I.R.E. - Anagrafe Italiani Residenti all'Estero

Come ci si iscrive all'A.I.R.E.

L’iscrizione all’A.I.R.E. è un diritto-dovere del cittadino (art. 6 legge 470/1988) e costituisce il presupposto per usufruire di una serie di servizi forniti dalle Rappresentanze consolari all’estero.

L'iscrizione AIRE é obbligatoria per una residenza all'estero superiore ai 12 mesi (Legge 470/88) e deve essere effettuata entro 3 mesi dall’espatrio.

L’iscrizione all’AIRE si puo’ richiedere anche tramite il portale sperimentale “Fast It” Servizi Consolari Online (portale in continua evoluzione), disponibile al momento solo in lingua italiana, previa registrazione dell’utente a seguente link https://serviziconsolarionline.esteri.it.

Le persone che desiderano richiedere l'iscrizione all'A.I.R.E. di un Comune italiano debbono rivolgersi al Consolato italiano del luogo di residenza esibendo i seguenti documenti:

1. Formulario d'iscrizione all'A.I.R.E. debitamente compilato in ogni suo campo e sottoscritto da tutti i componenti maggiorenni del nucleo familiare

2. fotocopia del passaporto italiano valido;

3. fotocopia della pagina del passaporto dove e' apposto il visto di residenza degli Emirati Arabi Uniti;

4. documentazione probatoria della residenza all’estero nella circoscrizione consolare (contratto di affitto registrato o contratto di lavoro registrato e dichiarazione di alloggio da parte del datore di lavoro qualora si usufruisca di alloggio fornito dal datore di lavoro, bolletta della luce o dell’acqua intestate all’interessato)

I documenti possono essere inviati (datati e firmati) per e-mail a consular.dubai@esteri.it, con ciascun allegato di dimensione massima di 700kb, o consegnato all'Ufficio consolare, senza bisogno di appuntamento, durante gli orari di apertura al pubblico.

Nota Bene : Il formulario deve essere completo di P.O. BOX (anche aziendale), senza questa informazione non si potrà procedere all'iscrizione.

L’iscrizione all’AIRE e’ gratuita.

La Cancelleria Consolare provvederà, dopo aver verificato la validità dei documenti ricevuti, ad inoltrare la richiesta al Comune italiano competente per l’iscrizione AIRE.
La Cancelleria Consolare si riserva la possibilità di richiedere di visionare i documenti in originale (contratto di affitto, passaporto e visto di residenza). Qualora il dossier necessiti di ulteriori informazioni o documenti verrà fatta richiesta di integrazione degli stessi via posta elettronica (accertarsi di aver comunicato in modo corretto e completo il proprio indirizzo email personale e di frequente consultazione).

La richiesta di iscrizione all'A.I.R.E. può essere fatta dall'interessato (per sé e per i propri familiari di cittadinanza italiana) tramite  l'Ufficio consolare italiano del luogo di residenza all'estero. È anche previsto che il Comune italiano provveda d'ufficio all'iscrizione nella propria A.I.R.E. quando venga a conoscenza del fatto che il cittadino risiede stabilmente all'estero. Ugualmente, l'Ufficio consolare italiano del luogo di residenza richiede al Comune italiano l'iscrizione all'A.I.R.E. del cittadino per il quale - in occasione dello svolgimento di una qualsiasi pratica (ad esempio, il rilascio di un passaporto) - ha constatato l'effettiva e permanente residenza all'estero.


Variazione dei dati d'iscrizione all'A.I.R.E.:


Il cittadino italiano ha l'obbligo di comunicare al proprio Comune tutte le variazioni dei dati anagrafici (stato civile, cittadinanza, indirizzo, composizione della famiglia, residenza).
Il Comune italiano riceve automaticamente notizia di tali variazioni se esse si verificano in Italia; ma - se il cittadino italiano risiede all'estero - il Comune italiano può essere informato dei cambiamenti intervenuti solo su iniziativa dell'interessato e tramite il Consolato italiano del luogo di residenza.
I cittadini italiani residenti al di fuori dell'Italia sono quindi tenuti ad informare il Consolato italiano del luogo di residenza su ogni variazione intervenuta riguardo a:
- indirizzo all'estero;
- cittadinanza;
- stato civile;
- composizione del nucleo familiare;
- cambio di nome.


La tempestiva comunicazione al Consolato dei cambiamenti riguardanti la propria situazione anagrafica - oltre ad essere un dovere del cittadino - consentirà agli Uffici italiani di mantenere sempre aggiornate le informazioni riguardanti i cittadini residenti all'estero, facilitando sia l'erogazione di tutti i servizi eventualmente richiesti in Italia ed all'estero, sia il contatto fra Consolato e cittadini italiani residenti nella circoscrizione.

Trasferimento da altra Circoscrizione Consolare

Nel caso si provenga da un’altra circoscrizione consolare è necessario compilare il modulo di iscrizione allegando tutti i documenti richiesti, con le stesse modalità di una nuova iscrizione.
E' necessario prendere immediatamente contatto con il Consolato o Ambasciata competente per il Paese o area di destinazione al fine di richiedere la registrazione presso quella Anagrafe Consolare e comunicare l’avvenuta variazione di circoscrizione consolare al Comune Aire.

Cambi di indirizzo all’interno della Circoscrizione Consolare

La comunicazione di eventuali variazioni di indirizzo risulta particolarmente necessaria per poter esercitare il proprio diritto di voto in occasione di consultazioni elettorali o referendarie e può avvenire mediante email, allegando il modulo cambio indirizzo e copia di un documento d'identita' (passaporto italiano, patente di guida statunitense, etc). Nel caso in cui non si trasferisse l’intera famiglia, si deve comunicare presso quale indirizzo i restanti membri siano residenti.

Si informa che gli schedari consolari NON hanno valore anagrafico; gli uffici consolari NON possono pertanto rilasciare certificati di residenza ne' di stato di famiglia. Il Consolato potra’ rilasciare solo certificazioni di iscrizione nello schedario, nelle quali si potra' indicare che l'interessato risulta abitare all'indirizzo presente in schedario, nonché quale risulta essere, sempre nello schedario, la composizione del nucleo familiare.

Rimpatri in Italia
E’ sufficiente inviare il modulo Cambio indirizzo/trasferimento/rimpatrio per email indicando quando e presso quale Comune italiano si intenda stabilire la propria residenza.


18